M.Gernone G.Piepoli F.Peconio - Cosenza

            

LUNEDI 22 NOVEMBRE 2021

Teatro Rendano – Sala Quintieri

ore 20:00

Dal fascino dell’Opera ...

all’intramontabile Canzone napoletana

Mariella Gernone soprano

Giacomo Piepoli clarinetto

Flavio Peconio pianoforte

Posto Unico Intero NON numerato € 10.00              Posto Unico Ridotto NON numerato € 7.00

Programma

22 novembre

 

Dal fascino dell’Opera ... all’intramontabile Canzone napoletana

 

Trio  Felix

Mariella Gernone - soprano

Giacomo Piepoli - clarinetto

Flavio  Peconio - pianoforte

CONRADIN KREUTZE                                  Das Muhlrad  ( 1780-1849)

JAN BAPTIST WENZEL KALLIWODA          Heimathlied, Op. 117

JOSEPH HOROVITZ                                     (da Sonatina) Rag time

GIACOMO PUCCINI                                     (da Madama Butterfly) “In bel dì vedremo”

GIACOMO PUCCINI                                     (da La Boheme) “Sì mi chiamano Mimì”

GIACOMO PUCCINI                                     (da Tosca) “Vissi d’arte, vissi d’amore”

A HUMOR FANTASY                                   Always Smoller

EDUARDO DI CAPUA                                             I’ te vurria vas

GAETANO LAMA/LIBERO BOVIO                   Reginella

Un concerto/spettacolo dove alle composizioni da camera, sono affiancate alcune delle arie più celebri di Giacomo Puccini e del repertorio storico napoletano.

Mariella Gernone, soprano, si è diplomata in canto lirico presso il Conservatorio di Bari, N. PICCINNI, con il massimo dei voti, sotto la guida del baritono LUIGI DE CORATO.Svolge intensa attività concertistica per importanti enti musicali spaziando dal Sacro al Profano, dalla musica da camera alla lirica. Si è distinta per l’elegante duetto con la tromba solista, Rocco Caponio, nella cantata “BWV 51 e BWV 140” di J.S.Bach, in duetto con il Baritono Piero Naviglio.Si è esibita presso i teatri “Piccolo Esquilino e Argilla” nella città di Roma con uno spettacolo dal titolo “ Passeggiata Poetica Musicale” riproduzione della vita musicale dei Cafè dell’Epoca.Ha sostenuto il ruolo di Giovanna “ Rigoletto di Verdi “ e Flora nella “Traviata di G.Verdi” e Berta nel “Barbiere di Siviglia di G.Rossini., nei teatri più importanti di Italia. Ha eseguito una splendida perfomance in qualità di Soprano Solista, per la

Delegazione Italo-Russa, di San Nicola, nella Villa Costantino Bari, e in seguito una Tournee in Russia, con un Recital di Classiche Napoletane e un Concerto di arie Sacre alla presenza di autorità russe e italiane nel grande Auditorium sottostante la Chiesa di “Cristo Salvatore” in Mosca.

Giacomo Piepoli, clarinetto, diplomato in Clarinetto presso il Conservatorio di Bari sotto la guida del M° Giuseppe Accogli, è in continuo aggiornamento con clarinettisti di fama mondiale, tra cui Romain Guyot, Milan Rericha, Vincenzo Paci, Francesco Defronzo, Fabrizio Meloni, Gabriele Mirabassi. Dal 2015 al 2019 ha collaborato stabilmente come clarinetto di fila, clarinetto piccolo e clarinetto basso dell’Orchestra ICO della Provincia di Bari. Suona da oltre 15 con importanti orchestre italiane che gli valgono la collaborazione con direttori del calibro di Ezio Bosso, Giuseppe Lanzetta, Fabrizio Dorsi, Giovanni Pelliccia, Michele Marvulli, Nicola Hansalik Samale, Gerardo Garofalo, Maurizio Billi, Aneglo Inglese, Giuseppe La Malfa, Maurizio Colasanti, Walter Attanasi e molti altri;              quasi sempre in ruolo di primo clarinetto, o clarinetto Piccolo in MiB.

Ha ottenuto idoneità ad audizioni e concorsi per titoli ed esami in numerosi Conservatori statali. Nel luglio 2017 a Barletta (BT) ha eseguito da solista il concerto per clarinetto e orchestra “Introduzione, tema e variazioni” di Gioachino Rossini con l’Orchestra Soundiff diretta dal M° Salvatore Campanale. Dal 2009 la sua attività è intensissima soprattutto nella musica da camera: è il Clarinetto Basso dei “Legni Pregiati”; suona regolarmente in duo con il chitarrista Marco Corcella (rappresentati dall’agenzia Vida Art Management) e nel gennaio 2020 con il “Quartetto Auditorium” (Perpich, Mastromatteo, Argentieri) ha eseguito più repliche del celebre “Qatuor pour la fin du temps” di O. Messiaen. 

Da Dicembre 2013 è primo clarinetto stabile dell’Orchestra “Filarmonica Pugliese” diretta dal M° Giovanni Minafra, di cui è anche direttore artistico.

Flavio Peconio, pianoforte, ha frequentato la prestigiosa scuola Barese di pianoforte studiando con i maestri V. Ferrari e P. Camicia, diplomandosi presso il Conservatorio N. Piccinni e Laureandosi presso l’Istituto di Alta Formazione Artistica del Conservatorio “DUNI” di Matera nel corso di II Livello solistico in Pianoforte sempre col massimo dei voti e la Lode. In seguito ha perfezionato i suoi pianistici con illustri maestri quali Philip Lorenz della University Fresno of Music di Los Angeles e François Noel Thiollier. Vincitore di importanti concorsi pianistici Nazionali ed Internazionali sia da Solista che in formazione da Camera, si esibisce da solista per importanti Associazioni Musicali in Italia e in Europa (Belgio, Germania, Spagna. Polonia ecc.)  USA (Oregon, California,Texas e Florida ecc), ottenendo sempre unanimi consensi dal pubblico e dalla critica. Ha suonato da solista con orchestre italiane e straniere come l’Orchestra A.GI.MUS (Italia), “Accademia di Tirana” (Albania), “Orchestra dell’Accademia Musicale Pescarese, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari ecc.. Affianca all’attività concertistica, un’intensa attività didattica, ha tenuto corsi di Perfezionamento Pianistico presso l’Accademia HINDEMITH di BLUNEY (Svizzera) ed in Italia presso il XXVII CORSO DI INTERPRETAZIONE MUSICALE CITTA’ di NORCIA; è chiamato a far parte di giurie di concorsi pianistici in Italia ed all’estero. Ultimamente di lui la critica si esprime così “L’interprete mette in luce una grande cantabilità e disinvoltura esecutiva poggiante su una solida tecnica e un tocco assai sciolto…. Grande prova sia di comunicabilità che di impeto e bellezza timbrica….”-Eco di Bergamo- . Insegna Pianoforte Principale presso il conservatorio “Nino Rota“ di Monopoli.