CARLO BUCCIROSSO - Cosenza

   

Sabato 29 Febbraio Ore 20.30 e Domenica 1 Marzo 2020 Ore 18.30
Teatro A.Rendano - Cosenza

 

CARLO BUCCIROSSO

in la rottomazione di un italiano perbene

 

SETTORE 1   € 29.50

SETTORE 2   € 29.50

SETTORE 3   € 25.50

SETTORE 4   € 21.50

SETTORE 5   € 16.00

SETTORE 6   € 11.00

Sabato 29 Febbraio Ore 20.30
                Domenica 1 Marzo 2020 Ore 18.30

 IN VENDITA DA LUNEDI' 4 NOVEMBRE - AL TERMINE DELLA CAMPAGNA ABBONAMENTI 

 

 
 

scritto e diretto da Carlo Buccirosso

scene Gilda Cerullo e Renato Lori

costumi Zaira de Vincentiis

musiche di Paolo Petrella

produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvio

teatroproduzione esecutiva A.G. Spettacoli 

Alberto Pisapìa, ristoratore di professione, gestisce un ristorante di periferia ormaiAlberto Pisapìa, ristoratore di professione, gestisce un ristorante di periferia ormaisull’orlo del fallimento! Sposato con Valeria Vitiello, donna sanguigna dal caratterecombattivo, è padre di due figli Anna e Matteo, la prima anarchica e irascibile,l’altro riflessivo e pacato.Alberto vive ormai, da quasi quattro anni, una situazione di grande disagio psichicoche negli ultimi tempi ha assunto la conformazione di un vero e proprioesaurimento nervoso! Difatti, un pò a causa della crisi economica del paese edella propria attività di ristorazione di riflesso, e anche a seguito di una serie diinvestimenti avventati consigliati dal fratello Ernesto, suo avvocato e socio in affari,Alberto si è ritrovato a dover combattere una personale disperata battagliacontro gli attacchi spietati dell’Equitalia che, con inesorabile precisione lo colpiscequasi quotidianamente nella quiete della propria abitazione, ormai ipotecatada tempo, con cartelle esattoriali di tutti i tipi, di tutti generi, di svariate forme econsistenza!... E ben poco sembra poter fare l’amore quotidiano di sua moglieValeria e dei suoi due figli, tesi a recuperare la lucidità di Alberto attraverso l’illusoriarappresentazione di una realtà ben diversa da quella che logora ormai datempo la serenità dell’intera famiglia Pisapia!... Ed un altro grosso problema contribuiràa peggiorare ancor di più la malattia di Alberto, un cancro indistruttibileche neppure la medicina più all’avanguardia sarebbe stata in grado di debellare:la malvagità di sua suocera Clementina, spietato ed integerrimo funzionariodella agenzia delle Entrate! Soltanto un miracolo avrebbe potuto salvare l’animadi Alberto, posseduto irrimediabilmente da orribili pensieri di morte... farla finitacon la propria vita, o con quella di sua suocera?!? Un incubo dal quale potersiliberare solo grazie all’amore della moglie Valeria, e dei figli Anna e Matteo, chesi prodigheranno per salvare la vita di un onesto contribuente di questa Iniquitalia!

Carlo Buccirosso